Encefalomielite Mialgica BENEFICA

Questa è una malattia rara che dà origine a un tipo di epidemia, a volte denominata Coa1 Rege 015-e in connessione con il noto focolaio osservato nel 1955 all'ospedale Coa1 Rege Nozpr1-1 di Londra.

È stato suggerito che la maggior parte, se non tutti, i casi di encefalomielite mialgica epidemica siano effettivamente seguiti.

soffiando attribuito all'isteria epidemica (McEuyeou, Wayho 1970). Gli oppositori di questa tesi sostengono che le caratteristiche comuni inerenti casi geograficamente ampiamente sparsi durante le epidemie della malattia, mostrano la presenza di basi organiche, anche se in alcuni pazienti e ci sono tratti isterici (Asezop 1959 Katzau 1973). Al momento i dati non è ancora sufficiente per risolvere la controversia, ed è possibile che ci siano due stati diversi con gli stessi sintomi, in un caso hanno natura organica, in altri - psichici. (Vedi: Oatep 1987 - una revisione della sindrome.)

encefalomielite

L'encefalomielite è una malattia pericolosa che combina il danno simultaneo del midollo spinale e del cervello. Questa patologia è molto pericolosa, in quanto può portare alla morte del paziente. Nell'encefalomielite acuta disseminata, si osserva l'insorgenza di lesioni, che si formano in diverse parti del midollo spinale e del cervello.

Vale la pena notare che l'esito della progressione della malattia può essere diverso: dal completo recupero alla morte. La previsione dipende da:

  • l'attività del processo patologico;
  • cause di progressione della malattia;
  • tempestività del trattamento e terapia opportunamente selezionata.

eziologia

Le cause della progressione dell'encefalomielite acuta disseminata non sono ancora state studiate approfonditamente, poiché rimane un mistero per gli scienziati perché l'immunità umana inizia a produrre proteine ​​contro il proprio tessuto nervoso. Ma durante la ricerca è stato notato che più spesso la patologia progredisce dopo:

  • trauma cranico;
  • infezioni virali. Soprattutto quelli che sono stati accompagnati dall'aspetto sulla pelle di un rash specifico per una persona - varicella, rosolia, herpes e altri;
  • malattie catarrali;
  • reazione allergica;
  • l'introduzione di vaccini specifici;
  • ridurre la reattività del corpo.

Possibili conseguenze dell'encefalomielite acuta disseminata:

  • pieno recupero del paziente;
  • deficit neurologico minore (la conseguenza della malattia non è considerata grave);
  • difetto disabilitante;
  • la malattia va nella sclerosi multipla.

sintomatologia

L'encefalomielite acuta disseminata inizia rapidamente e i suoi sintomi sono pronunciati. Vale la pena notare che i sintomi dipendono direttamente da quale particolare parte del cervello o del midollo spinale è stata colpita. Ma nella fase iniziale della progressione dell'encefalomielite acuta disseminata, si osservano i seguenti sintomi:

  • malessere generale;
  • mal di testa;
  • letargia;
  • un aumento della temperatura non è osservato in tutte le situazioni cliniche, ma si verifica ancora;
  • sonnolenza;
  • si notano sintomi di malattia virale (dolore e mal di gola, naso che cola);
  • la letargia può occasionalmente essere sostituita da un aumento dell'eccitazione;
  • disturbo del tratto digestivo;
  • forse una sensazione di formicolio alle gambe. Questo sintomo si verifica raramente.

Ulteriori sintomi dipendono dall'area interessata del sistema nervoso. A seconda di ciò, i medici distinguono diversi tipi di disturbi.

centrale

In questo caso, il cervello è coinvolto nel processo patologico. Il paziente ha i seguenti sintomi:

  • violazione della pronuncia;
  • la paralisi;
  • paresi degli arti;
  • può verificarsi sindrome convulsiva, che nelle sue manifestazioni sarà simile a un attacco epilettico.

polyradiculopathy

Il processo infiammatorio colpisce il midollo spinale e le sue radici. Di conseguenza, si verificano questi sintomi:

  • cambiamenti trofici della pelle;
  • diminuzione della temperatura e sensibilità al dolore nel corpo;
  • violato il pieno funzionamento degli organi situati nella pelvi. Il paziente può manifestare incontinenza di urina o feci, ma probabilmente una violazione della loro escrezione;
  • sindrome del dolore che si estende lungo la colonna vertebrale. Secondo la sua manifestazione, assomiglia a una clinica di lombalgia.

Optikoenyefalomielit

Il nervo ottico è coinvolto nel processo patologico, a causa del quale il funzionamento dell'apparato visivo è compromesso. I sintomi sono i seguenti:

  • la funzione visiva è notevolmente ridotta;
  • il paziente nota che un "velo" è apparso davanti ai suoi occhi;
  • dolore agli occhi, che tende ad aumentare. Di norma, questo accade quando una persona fa movimenti oculari improvvisi.

gambo

L'encefalomielite acuta disseminata colpisce i nuclei dei nervi cranici. I segni di questo processo patologico sono:

Separatamente, vale la pena evidenziare l'encefalomielite mialgica. Questa forma di patologia è relativamente nuova. È anche chiamata sindrome da affaticamento post-virale. L'encefalomielite mialgica si sviluppa solitamente dopo che una persona ha avuto una malattia virale o è stata vaccinata. Questi sintomi si manifestano:

  • stanchezza cronica;
  • fatica anche dopo carichi minori;
  • l'aspetto del dolore alle articolazioni;
  • depressione;
  • sbalzi d'umore costanti;
  • interruzione del tratto digestivo;
  • dolori muscolari.

In rare situazioni cliniche, una forma acuta di patologia può diventare cronica. In questo caso, la malattia si manifesterà in onde - periodi di esacerbazione alternati a periodi di remissione. I sintomi cerebrali scompaiono. Negli esseri umani, appaiono solo segni di danni a certe aree del midollo spinale e del cervello: paresi, paralisi e così via.

trattamento

Il trattamento della malattia deve essere iniziato immediatamente dopo che la diagnosi è stata stabilita. In questo caso, le probabilità di un esito favorevole aumentano significativamente. È importante determinare con precisione la localizzazione dei focolai di infiammazione. A questo scopo, i medici usano la risonanza magnetica.

Il piano di trattamento si basa sull'uso di tali farmaci:

  • antiallergico;
  • antibiotici;
  • farmaci antivirali;
  • ormonale;
  • complessi vitaminici;
  • analgesici;
  • antispastici;
  • antipiretici.

Se necessario, al momento del trattamento il paziente è collegato a un monitor cardiaco o ventilazione meccanica (in situazioni difficili).

Va notato che il trattamento di vari rimedi popolari in questa diagnosi è inaccettabile. La patologia è molto pericolosa e senza un metodo di trattamento appropriato, può causare la morte del paziente. Il trattamento con i rimedi popolari può essere usato solo come terapia ausiliaria e solo con il permesso del medico curante. Brodi e infusi non dovrebbero essere il principale corso di trattamento.

Sindrome da stanchezza cronica: un'epidemia spettrale

La diagnosi di sindrome da stanchezza cronica negli ultimi due decenni è stata costantemente al centro dell'attenzione della comunità medica. Spesso devo sentir parlare di lui da colleghi o pazienti, nonostante il fatto che, in senso stretto, tale diagnosi non esiste affatto.

La situazione è paradossale. Nella classificazione internazionale delle malattie - ICD-10 - questa diagnosi non lo è. Nella sezione "Malattie del sistema nervoso" è il codice G93.3: sindrome da affaticamento dopo aver sofferto di una malattia virale. Encefalomielite mialgica benigna. Sì, sì, questa è la designazione ufficiale della nostra sindrome! E per trattare con loro, infatti, dovrebbero fare i neurologi. Tuttavia, la frase SHS è entrata in vigore, quindi la useremo in seguito.

Soggetto a CFS, secondo varie stime, circa il 2% della popolazione totale.

Un po 'di storia

Nel 1984, nella località turistica di Incline Village a Lake Tahoe, Nevada (USA), oltre duecento pazienti si sono rivolti ai medici per chiedere aiuto in breve tempo. Si lamentavano di una costante sensazione di stanchezza. La condizione dolorosa in tutto era accompagnata da sintomi simili: sonnolenza, depressione, dolori muscolari e lieve febbre. Inoltre, l'epidemia non ha colpito i residenti della città turistica, ma i turisti, che hanno escluso l'influenza che causa la malattia dei fattori ambientali locali.

C'erano diverse ipotesi sull'origine della malattia. La prima ipotesi - un'epidemia - fu il risultato dell'isteria di massa, ma fu considerata insostenibile. Il secondo - la causa dell'epidemia si trova in una infezione virale. Epstein - Barr virus o anticorpi ad esso e altri virus (herpes, Coxsackie) sono stati trovati nel sangue di tutti i pazienti. Tuttavia, anche allora si sapeva che nel sangue di persone sane ci sono gli stessi virus.

Il medico generico locale Paul Cheney è stato in grado di sistematizzare i reclami dei pazienti e identificare i fattori comuni nella storia. La maggior parte delle vittime si rivelò essere cittadini, impiegati di mezza età (25-45 anni), inclini al carrierismo e che trascorrevano più di 12 ore al giorno a lavorare.

Il loro lavoro era spesso di routine, privo della componente creativa. Queste persone hanno fatto richieste eccessive su se stessi e sui loro doveri, perdite e fallimenti percepiti dolorosamente, erano in uno stato di stress permanente.

Come risultato della sua ricerca, Cheney ha concluso che è stata trovata una malattia completamente originale, precedentemente sconosciuta. Negli anni successivi, nuove teorie della sua origine e, di conseguenza, nuove definizioni apparvero: "virus di Epstein-Barr cronico", "mononucleosi cronica", "neuromastia epidemica", "encefalomielite mialgica".

La formazione di nosologia

Come malattia indipendente, la "sindrome da stanchezza cronica" fu identificata per la prima volta nel 1988 dal Center for Disease Control (Centro per il controllo delle malattie - CDC, Atlanta, USA). In un rapporto del marzo 1988 pubblicato nel rapporto del CDC sulla rivista Annals of Internal Medicine, furono formulati i criteri diagnostici (grandi e piccoli) per CCU. I criteri sono stati rivisti nel 1991, 1992 e 1994. a laboratori di gruppi di ricerca.

Attualmente, la maggior parte dei ricercatori ritiene che la CFS sia una sindrome eterogenea, basata su varie anomalie patofisiologiche. Alcuni di essi possono predisporre allo sviluppo della CFS, altri - causare direttamente la malattia o sostenerne la progressione. Il fattore provocante è un carico emotivo ed intellettuale squilibrato a scapito dell'attività fisica.

Secondo la definizione dei Centers for Disease Control del 1994, una diagnosi di CFS richiede almeno 6 mesi di stanchezza inspiegabile persistente, che non è alleviata dopo un periodo di riposo e riduce significativamente il livello di attività giornaliera. Inoltre, in un periodo di 6 mesi, devono essere presenti quattro o più degli otto sintomi:

  • memoria o concentrazione compromessa;
  • mal di gola;
  • doloroso alla palpazione dei linfonodi cervicali o ascellari;
  • dolore o rigidità muscolare;
  • dolore articolare (senza arrossamento o gonfiore);
  • nuovo mal di testa o cambiamenti nelle sue caratteristiche (tipo, gravità);
  • dormire, non portare sentimenti di recupero (freschezza, vivacità);
  • aggravamento della fatica fino all'esaurimento dopo uno sforzo fisico o mentale, che dura più di 24 ore.

E come succede nella vita?

Ecco un esempio molto tipico tratto dalla mia pratica. Una donna di 44 anni si è rivolta alla reception. Per comodità e per preservare il segreto - chiamiamola M. Heritage M. non era appesantita, viveva in una famiglia prospera (marito e figlio). Aveva una laurea in arti liberali, ha lavorato per molti anni in un'istituzione pubblica, spostandosi con successo nella carriera; al momento dell'appello - ha ricoperto la carica di capo di una grande unità.

La paziente è rimasta molto soddisfatta del suo lavoro, ha raccontato di lei attivamente e con piacere, ha notato che il suo lavoro è stato associato a un intenso stress psico-emotivo, a relazioni rigorose, anche finanziarie. La solita era una giornata lavorativa irregolare, lavoro nei fine settimana, vacanze rare dalle quali poteva anche essere richiamata. La paziente considerava queste difficoltà come "inevitabile male", che "almeno ripaga...". Altri eventi traumatici nella sua vita - ha negato.

Negli ultimi due anni, il paziente era preoccupato per la sensazione di costante stanchezza, "sfinimento, impotenza"; sonnolenza durante il giorno e un sonno superficiale e disturbante di notte, senza dare una sensazione di allegria. L'attenzione ai dettagli e le prestazioni diminuirono sensibilmente, i dubbi iniziarono ad apparire nella propria competenza aziendale. Improvvisamente, l'ansia si è intensificata, quando è diventato difficile rimanere seduti, c'era bisogno di distrarsi, di trovare un interlocutore: "Temo che mi succederà qualcosa di brutto...".

Periodicamente, c'era "dolore e contrazioni" nei muscoli delle gambe e della schiena, una sensazione di rigidità, tensione e talvolta intorpidimento. C'erano frequenti mal di testa, sudorazione irragionevole, "formiche in corsa", a volte - battito cardiaco. M. ha riferito che circa un anno e mezzo fa ha sofferto un grave "raffreddore" quando, sullo sfondo di manifestazioni tipiche di infezione respiratoria acuta, prolungata ritenzione della temperatura corporea subfebrile, si manifestavano i sintomi sopra descritti, che persistono fino ad oggi. La paziente disse che aveva "spazi vuoti" che duravano fino a due settimane, ma poi la situazione peggiorò di nuovo, la gravità dei sintomi aumenta col tempo.

La donna fu esaminata a lungo dai terapeuti, un endocrinologo e un neurologo (nessuna anomalia significativa fu trovata) - e solo dopo molto tempo, su consiglio dei medici che la osservavano, decise di consultare uno psichiatra.

In accordo con la logica degli specialisti dei Centers for Disease Control, ho avuto abbastanza ragioni per stabilire al paziente una diagnosi di "sindrome da stanchezza cronica". Che cosa, in effetti, ha fatto due dei medici che hanno esaminato il paziente prima di me. Tuttavia, guardando avanti, devo dire che la mia diagnosi sembrava completamente diversa. Mentre la terapia del paziente è pienamente coerente con le linee guida moderne per il trattamento della CFS.

Al paziente sono state somministrate piccole quantità di timoneurolettici (sulpiride, alimemazina), un antidepressivo (citalopram) e tranquillanti (idrossizina, etifoxina, buspirone). L'antispasmodico miotropico (benzclan) è stato utilizzato per l'anestesia sintomatica. Nootropics (acido hopantenico, ipidacrina) sono stati utilizzati per compensare l'astenia e ripristinare l'attività cognitiva. Un miglioramento progressivo del benessere è stato notato dal paziente già dalla terza settimana di trattamento e ha continuato ad aumentare. Dal secondo mese di trattamento, M. ha iniziato a frequentare sessioni di terapia cognitivo-comportamentale.

Tre mesi dopo, M. era clinicamente in buona salute, la terapia con agenti psicofarmacologici fu interrotta. In futuro, la donna è raccomandata profilassi corso di nootropici e tranquillanti, la scelta di un modo di lavoro parsimonioso e una piena attività ricreativa.

Forse questo non è uno SHU, ma...

Dal punto di vista di uno psichiatra praticante, una cosa interessante è sorprendente. Se apri la sezione "Disturbi mentali..." dello stesso ICD-10, troveremo lì il codice F48.0, che dura da molto tempo e un disturbo ben noto - la nevrastenia. E se leggi una descrizione dettagliata della nevrastenia, disponibile in qualsiasi manuale psichiatrico, è facile trovare un gran numero di coincidenze in tutti i parametri: eziologia, patogenesi, clinica, trattamento! Solo lei è stata descritta quasi cento anni prima... Questa diagnosi è stata fatta da me al paziente M.

I principali segni di nevrastenia su ICD:

  1. Disturbi persistenti e fastidiosi di affaticamento dopo un leggero carico mentale (ad esempio, dopo aver eseguito o tentato di eseguire attività quotidiane che non richiedono uno sforzo mentale insolito)
  2. Disturbi persistenti e fastidiosi di affaticamento e debolezza fisica dopo uno sforzo fisico leggero.

In entrambi i casi, il paziente non può liberarsi di questi sintomi attraverso il riposo, il rilassamento o l'intrattenimento.

Almeno uno dei sintomi aggiuntivi è presente:

  • sensazione di dolore muscolare opaco o acuto;
  • vertigini;
  • mal di testa da tensione;
  • incapacità di rilassarsi;
  • irritabilità.

La durata del disturbo è di almeno 3 mesi.

E queste coincidenze non sono affatto la mia scoperta. Molti rappresentanti della comunità medica hanno a lungo sottolineato la somiglianza lampante delle due nosologie. In questo caso, la diagnosi di "nevrastenia", nella mia esperienza, è raramente impostata, ma il "CFS" possiede tutte le caratteristiche di un marchio promosso: è difeso da tesi e la ricerca viene costantemente condotta, in base alla quale vengono assegnate generose sovvenzioni.

È impossibile non prestare attenzione all'enorme quantità di pubblicità di dispositivi "curativi", metodi di "pulizia", ​​composizioni e preparati (compresi quelli che sono noti da lungo tempo) volti a combattere la "grande e terribile" CFS, che è già pateticamente chiamata "la malattia della civiltà". Mentre i trattamenti per la nevrastenia sono stati sviluppati per molto tempo e sono molto stabili.

Allora, qual è la sindrome da stanchezza cronica? Una nuova, insidiosa e spietata afflizione, un'altra piaga della nostra civiltà con un'eziologia sconosciuta? O il CFS - un altro progetto imprenditoriale, con successo ha spinto i rivenditori di medicina e farmacologia, mascherando il lungo disturbo doloroso mentale noto?

Sintomi e trattamento dell'encefalomielite mialgica

L'encefalomielite mialgica (ME) è un processo patologico che appartiene alla categoria delle sindromi post-virali. Questa condizione ha un nome diverso: sindrome da stanchezza cronica. Questa è una sindrome molto giovane, recentemente identificata. Per questo motivo, i meccanismi etio-patogenetici non sono attualmente ben compresi.

Alcune informazioni eziologiche

Per tutti i suoi ME inesplorati, spesso c'è una complicazione dopo aver passato infezioni di genesi virale - angina delle cellule linfoidi (monocitica), o può essere una manifestazione della risposta post-virale.

L'encefalomielite mialgica si riferisce anche a patologie acquisite somatiche in forma acuta, caratterizzate da danno postencefalitico al tronco encefalico. In questo caso, tutte le lesioni identificate dei centri nervosi. Il SNC ha una lesione diffusa a certi livelli, tra cui la corteccia cerebrale, il sistema limbico, i gangli della base, l'ipotalamo e parti del tronco spinale con radici. La continua rottura multi-livello del funzionamento del sistema nervoso centrale è il principale fattore causale della disabilità dei pazienti.

Immagine sintomatica

Le manifestazioni cliniche di ME variano notevolmente nei diversi pazienti, e non ci sono test speciali in medicina che potrebbero consentire una diagnosi simile da fare. Tali difficoltà nel diagnosticare un compito medico estremamente difficile e spiegare perché alcuni pazienti sono riconosciuti come simulatori. I singoli segni sono estremamente variabili e appaiono come:

  • dolore alla gola;
  • brividi;
  • iperidrosi;
  • bassa temperatura corporea o piccola febbre;
  • linfoadenopatia;
  • debolezza muscolare (fino alla paralisi);
  • mialgia e miospasma;
  • ispessimento del liquido sinoviale;
  • diminuzione della glicemia;
  • alopecia;
  • sintomi dispeptici (nausea e vomito);
  • vertigini e cardialgia;
  • cardioaritmia (compresa tachicardia a riposo, tachicardia ortostatica;
  • svenimento ortostatico;
  • disturbo del flusso sanguigno;
  • fenomeni oftalmoplegici;
  • dolore negli occhi;
  • fotofobia e ridotta acuità visiva;
  • maggiore sensibilità acustica;
  • reazioni iperallergiche;
  • reazioni allergiche a molti prodotti alimentari a cui prima non c'era reazione;
  • ipersensibilità ai farmaci;
  • sintomi da ictus, a seconda del livello di danno cerebrale;
  • labilità emotiva con disturbi del sonno (fino al disturbo del ritmo circadiano).
  • disfunzione cognitiva (alterazione della parola, della scrittura o della sua percezione, percezione alterata ed elaborazione di informazioni in arrivo, ecc.), ecc.

Le seguenti condizioni del paziente aiutano anche a fare una diagnosi appropriata:

  1. Le malattie non sono in grado di mantenere un'attività precedentemente caratteristica.
  2. L'attività del paziente supera i suoi limiti individuali (fisici, cognitivi, sensoriali o ortostatici). Questa condizione porta a disturbi della NA, cardiovascolare e vascolare, immunologica, endocrinologica, respiratoria, ormonale, micologica, gastrointestinale e altre funzioni.
  3. Le condizioni del paziente possono variare in determinati periodi: ore, giorni, settimane o mesi.
  4. La condizione peggiora (in casi più gravi, persino la morte) con attività fisica dopo 1-3 giorni.
  5. Il quadro clinico persiste anche dopo riposo e riposo.

Eventi medici

Le attività di trattamento finora dovute alla mancanza di conoscenza del processo patologico non sono ben definite. Nella maggior parte dei casi, la malattia dura molti mesi e persino anni e termina con l'auto-guarigione, tuttavia durante questo periodo il paziente può perdere lo status sociale (perdita di lavoro, carriera, orgoglio, finanze, ecc.). Allo stesso tempo, le donne hanno 5 volte più probabilità di subire questa patologia rispetto agli uomini.

Manifestazioni, diagnosi e trattamento dell'encefalomielite mialgica

contenuto:

L'encefalomielite mialgica è una malattia grave che quasi sempre porta alla disabilità. È riconosciuto come patologia separata dal 1969. Molto simile ad altre patologie di natura neurologica, ad esempio, sclerosi multipla o poliomielite. Molto spesso è molto difficile e talvolta fatale.

La base della malattia è un'infezione virale acuta, in cui è presente una lesione postencefalitica del tronco cerebrale. C'è sempre una lesione del centro nervoso, attraverso la quale i nervi del midollo spinale si connettono al cervello.

Il danno al sistema nervoso centrale avviene a diversi livelli. Questi sono più spesso la corteccia cerebrale, il sistema limbico, i gangli della base, l'ipotalamo, la colonna vertebrale e i suoi processi.

La continua interruzione del funzionamento del sistema nervoso centrale porta alla disabilità.

Durante una malattia, il cervello non può semplicemente rispondere adeguatamente, memorizzare o riprodurre informazioni, perdendo così il controllo su praticamente tutte le funzioni vitali.

Quanto manifesto

In totale, circa 64 sintomi più diversi di encefalomielite mialgica sono noti oggi. Tutto dipende da quanto il sistema nervoso centrale è interessato. Ma le principali manifestazioni della malattia sono quasi completamente identiche in tutti i pazienti che sono stati diagnosticati.

Da dove inizia la malattia? Con mal di gola, aumento della sudorazione e leggera febbre. La temperatura corporea, di regola, rimane normale. Potresti anche avere sintomi di indigestione, mal di testa tipo emicrania o vertigini.

Dopo un po 'di tempo, la debolezza dei muscoli delle braccia e delle gambe, e poi la paralisi completa comincia ad apparire. I sintomi comprendono nausea e vomito, completa perdita di capelli, vertigini.

Poiché il sistema nervoso centrale soffre, molti pazienti possono notare dolore nell'area del cuore e un polso rapido appare anche a riposo. La patologia ha un impatto negativo su altri organi. Il paziente inizia lamentandosi di:

  1. Dolore e dolore negli occhi.
  2. Suonando nelle orecchie.
  3. Maggiore sensibilità a quasi tutti gli alimenti, che provoca un'allergia costante.
  4. Perdita di coscienza
  5. Disorientamento.
  6. Problemi respiratori
  7. Disturbi del sonno
  8. Difficoltà a deglutire.

Oltre a questi sintomi, potrebbero esserci quelli direttamente correlati al cervello. Ad esempio, un paziente può disimparare come parlare o non capire cosa gli viene detto. Potrebbero esserci difficoltà nella lettura, oltre che nella scrittura, problemi nel ricordare alcune informazioni, con un conto.

Come riconoscere

La diagnosi di encefalomielite mialgica non presenta alcuna difficoltà, soprattutto se il neuropatologo, e dovrebbe essere indirizzato a lui, ha già riscontrato casi simili della malattia.

Non ci sono altre patologie che nemmeno assomigliano a questo. E anche se non esiste una singola analisi specifica che possa aiutare a identificare questa particolare malattia, vi è la diagnostica MRI, che nella maggior parte dei casi mostrerà accuratamente la condizione del cervello e della colonna vertebrale. La risonanza magnetica deve essere considerata la scelta migliore per sospettare questa malattia.

Come sbarazzarsi

Non esiste un trattamento per l'encefaloglielgia mialgica. Non è ancora chiaro cosa causi esattamente la malattia e perché alcune persone abbiano un'infezione virale senza lasciare traccia, mentre altre causano tutte le manifestazioni sopra descritte.

L'unica cosa che un medico può fare è prescrivere una terapia sintomatica. Allo stesso tempo, va ricordato che nessuno terranno un paziente con una tale diagnosi in ospedale per un lungo periodo, il che significa che tutta la cura e l'esecuzione di appuntamenti medici ricadrà sulle spalle dei parenti.

Sfortunatamente, oggi non è noto alcun caso di recupero. Il paziente può migliorare o peggiorare, ma molto spesso la sua patologia progredisce lentamente, il che consente di presentare domanda di disabilità.

Tra i farmaci usati ci sono quelli che influenzano attivamente il lavoro del cervello, così come il lavoro del midollo spinale e delle terminazioni nervose. A volte anche questo trattamento è assolutamente inutile.

prospettiva

Nella maggior parte dei casi, la prognosi è scarsa. Tutto finisce nella disabilità e poi nella morte. Potrebbero volerci diversi anni dall'inizio dei primi sintomi fino alla morte.

prevenzione

Poiché non esiste ancora una ragione precisa per cui si sviluppi un danno cerebrale, non esiste una prevenzione corretta e corretta. Pertanto, è molto importante non permettere alle infezioni virali di fluire senza fallo, ed è imperativo che si ricerchi un aiuto medico ai primissimi sintomi di un'indisposizione.

A proposito, potresti anche essere interessato ai seguenti materiali GRATUITI:

  • Libri gratuiti: "TOP 7 esercizi dannosi per esercizi mattutini, che dovresti evitare" | "6 regole di stretching efficace e sicuro"
  • Restauro delle articolazioni del ginocchio e dell'anca in caso di artrosi - video gratuito del webinar, che è stato condotto dal medico di terapia fisica e medicina sportiva - Alexander Bonin
  • Lezioni gratuite per il trattamento del mal di schiena da un medico certificato di terapia fisica. Questo medico ha sviluppato un esclusivo sistema di recupero per tutte le parti della colonna vertebrale e ha già aiutato più di 2.000 clienti con vari problemi alla schiena e al collo!
  • Vuoi imparare come trattare un nervo sciatico pizzicato? Quindi guarda attentamente il video a questo link.
  • 10 componenti nutrizionali essenziali per una colonna vertebrale sana - in questo rapporto imparerai quale dovrebbe essere la tua dieta quotidiana in modo che tu e la tua colonna vertebrale siete sempre in un corpo e uno spirito sani. Informazioni molto utili!
  • Hai l'osteocondrosi? Quindi raccomandiamo di studiare metodi efficaci di trattamento dell'osteocondrosi lombare, cervicale e toracica senza farmaci.

Encefalomielite: come identificare e trattare la patologia

La qualità del corpo umano dipende dalla salute del sistema nervoso. Controlla i vari processi dovuti alla trasmissione di impulsi elettrici in tutto il corpo. Molte persone non sono consapevoli del fatto che alcune malattie infettive possono contribuire all'insorgere di processi infiammatori nel sistema nervoso centrale. Ciò porta a gravi disturbi nel funzionamento del cervello e del midollo spinale. Questa malattia è l'encefalomielite.

Cos'è l'encefalomielite

L'encefalomielite è chiamata processi infiammatori che si verificano simultaneamente nel cervello e nel midollo spinale. In realtà, questa è una combinazione di mielite ed encefalite. Nel corso di questa malattia, la mielina umana degenera, che è una specie di sostanza isolante delle fibre nervose. Grazie a lui, diventa possibile passare impulsi elettrici. Iniziare anche processi infiammatori nel cervello e vasi con la formazione di aree necrotiche.

Quando la guaina mielinica è disturbata, gli impulsi passano attraverso le terminazioni nervose molto lentamente.

Cause di patologia

Le cause dell'encefalomielite non sono state ancora studiate approfonditamente. Ma durante la ricerca è stato notato che la patologia più frequente progredisce dopo:

  • infezioni virali, specialmente quelle accompagnate dall'apparizione di una specifica eruzione cutanea (varicella, rosolia, herpes);
  • malattie catarrali;
  • reazione allergica;
  • l'introduzione di vaccini specifici;
  • trauma cranico.

Gli scienziati ritengono che in alcuni pazienti l'encefalomielite possa essere una malattia ereditaria. Questo è attribuito al fatto che in tali persone alcune proteine ​​del tessuto nervoso hanno una struttura simile alle proteine ​​degli agenti infettivi. Di conseguenza, il sistema immunitario inizia erroneamente ad attaccare le proprie cellule di mielina.

Nonostante il fatto che l'encefalomielite possa colpire persone di tutte le età, il più delle volte è registrata durante l'infanzia. Un fatto interessante è che la malattia del bambino è molto più facile che negli adulti.

Classificazione della malattia

Attualmente non esiste un'unica classificazione della malattia. Ma gli esperti identificano diversi tipi di encefalomielite in base alla natura del processo infiammatorio, il tasso di aumento dei sintomi, la localizzazione della lesione e molti altri fattori. Per determinare esattamente quale tipo di malattia in un paziente, i medici a volte devono condurre diversi esami diversi.

La forma e il tasso di sviluppo sono i seguenti tipi di encefalomielite:

  • acuto, in cui i sintomi aumentano entro poche ore;
  • subacuta, sviluppandosi in poche settimane;
  • cronico, in costante progressione per molto tempo.

Secondo la localizzazione dei focolai infiammatori e necrotici, l'encefalomielite è divisa in diversi tipi:

  • encefalomielloradiculoneurite, in cui sono interessate tutte le parti del sistema nervoso centrale;
  • poliencefalomielite - caratterizzata da disturbi nei nuclei dei nervi cranici e nella materia grigia del midollo spinale;
  • opticoencefalomielite: combina il danno al sistema nervoso centrale e ai nervi ottici;
  • encefalomielite disseminata (disseminata) - è che piccoli focolai di infiammazione sono sparsi in diverse parti del sistema nervoso centrale.
  • primario - si sviluppa come una malattia indipendente;
  • secondario - agisce come una complicazione di un'altra patologia.

L'encefalomielite primaria è solitamente causata da varie neuroinfettive. La causa potrebbe essere virus, come herpes, enterovirus, citomegalovirus, ecc. Molto spesso, il decorso di tali malattie è acuto, i sintomi si sviluppano molto rapidamente.

Alcuni tipi di encefalomielite virale possono essere contagiosi e le persone vicine devono prendere precauzioni quando si tratta di pazienti.

L'encefalomielite secondaria si sviluppa sullo sfondo di altre malattie o a causa dell'influenza di fattori esterni:

  • encefalomielite infettiva:
    • virale - causato da virus influenzali, herpes, rabbia, ecc.;
    • batteri - vari microrganismi patogeni (brucella, clamidia, micoplasma, toxoplasma, rickettsia) agiscono come fonte;
  • post-vaccinale - è un effetto collaterale delle vaccinazioni, più spesso contro difterite, pertosse, morbillo, rosolia e varicella;
  • mialgico - malattia piuttosto nuova, che è anche chiamata sindrome da affaticamento post-virale.

Nei bambini, l'encefalomielite post-vaccinazione è più spesso osservata, dal momento che il periodo principale di vaccinazione cade su questa età.

Esistono anche speciali tipi autoimmuni di encefalomielite, in cui il corpo inizia a confondere le guaine mieliniche con tessuti estranei di virus e li distrugge. Queste sono le seguenti varietà:

  • encefalomielite disseminata acuta, subacuta, cronica (differiscono nel tasso di sviluppo dei processi di demielinizzazione nel midollo spinale e nel cervello);
  • La post-vaccinazione rabica è una malattia secondaria, osservata 20 giorni dopo il vaccino antirabbico.

Sintomi di encefalomielite

L'encefalomielite acuta disseminata si sviluppa molto rapidamente. Nei primi tempi, questa malattia può essere confusa con l'influenza normale o ARVI, poiché la persona ha un brusco aumento di temperatura, brividi e dolori muscolari. Ma in futuro, ci sono altri segni più seri che indicano precisamente la sconfitta del sistema nervoso centrale. I primi a segnalare questo sono sintomi cerebrali e meningei:

    Il paziente ha aumentato la pressione intracranica, vi è una violazione della microcircolazione del sangue nel sistema nervoso centrale. Quasi immediatamente, forti mal di testa, vertigini. Una persona diventa pigra, assonnata, l'appetito può scomparire. Se cambi posizione, cammina o guardi la luce, senti suoni forti, il dolore alla testa aumenterà.

Quando il mal di testa encefalomielite aumenta bruscamente con il cambiamento della postura del corpo, dalla luce intensa e dai suoni forti

Il test positivo Brudzinsky consente di controllare i danni al cervello

Inoltre, nell'encefalomielite acuta disseminata, compaiono vari sintomi focali che indicano strutture specifiche del sistema nervoso centrale interessato:

  1. I segni piramidali sono molto pronunciati in quei pazienti che hanno danneggiato i neuroni nella corteccia cerebrale. A causa di questi, dovrebbero essere fatte le contrazioni muscolari coscienti. Ma durante la malattia negli esseri umani, si verifica la paralisi degli arti inferiori e superiori, la capacità di stringere la mano, di fare piccoli movimenti diminuisce. Inoltre, i pazienti tendono ad avere riflessi tendinei e quando vengono colpiti con uno speciale martello sul ginocchio o sul gomito, gli arti iniziano a contrarsi troppo bruscamente. In alcuni casi, le espressioni facciali possono essere disturbate e può verificarsi la paralisi del nervo oculomotore.
  2. La sconfitta dei nervi cranici è solitamente associata alla degenerazione del nervo ottico. Quasi il 30% di tutti i pazienti con encefalomielite presenta problemi alla vista. Nei casi lievi, la gravità può lievemente diminuire e, con lesioni più gravi, la persona diventa cieca. Se sono stati colpiti altri nervi, possono iniziare problemi con il riflesso della deglutizione, compare una perdita uditiva, si perde il senso dell'olfatto.
  3. L'afasia (perdita parziale o totale della parola) si verifica quando i centri del discorso del cervello sono interessati.
  4. Una lesione trasversale isolata del midollo spinale è stata osservata in un quarto di tutti i pazienti con encefalomielite. A volte le manifestazioni esterne non vengono osservate e le violazioni vengono rilevate con la risonanza magnetica. Tuttavia, possono comparire incontinenza di urina e feci, paralisi delle braccia e delle gambe, diminuzione della sensibilità in diverse parti del corpo.
  5. La sconfitta del cervelletto si manifesta con una mancanza di coordinazione molto caratteristica. Una persona può avere difficoltà a camminare, diventa insicura, barcollante. Anche le abilità motorie fini sono compromesse. Durante l'esame, il paziente non può, con gli occhi chiusi, infilare un dito nella punta del naso.
  6. La polineuropatia delle estremità si manifesta in una leggera diminuzione della sensibilità delle braccia e delle gambe e la pelle può formicolare leggermente. Anche la forza muscolare diminuisce, gli arti si indeboliscono.

Quando il cervelletto è danneggiato, i pazienti spesso soffrono di capogiri e perdita di coordinazione.

Se non si inizia il trattamento per l'encefalomielite acuta nel tempo, può trasformarsi in una forma cronica, che è molto più difficile da eliminare. È caratterizzato dall'alternanza di riacutizzazioni e remissioni. Ma i periodi di calma sono a brevissimo termine e presto c'è un peggioramento della salute. In questo momento, i sintomi ripetono completamente il decorso dell'encefalomielite acuta disseminata. Dovrebbe essere compreso che le condizioni del paziente peggioreranno sempre di più.

Oltre ai sintomi principali, l'opticoencefalomielite è caratterizzata da varie lesioni del nervo ottico. I pazienti iniziano a lamentarsi di ridotta acuità visiva, a volte un velo appare davanti ai loro occhi, che impedisce loro di vedere chiaramente lo spazio circostante. Anche un sintomo comune è la comparsa di dolore nell'orbita, che tende a progredire man mano che la malattia progredisce.

Quando i pazienti opticoencefalomielite spesso si lamentano del velo negli occhi, il che rende difficile percepire il mondo intorno

Un tipo di encefalite molto interessante e di recente scoperta è la sua forma mialgica, che i medici chiamano altrimenti sindrome da affaticamento post-virale. Si verifica dopo una varietà di malattie virali o vaccinazioni. I medici non sono sempre in grado di stabilire la diagnosi corretta, poiché i sintomi sono molto simili a una comune malattia infettiva:

  • costante sensazione di stanchezza;
  • esaurimento di energia anche dopo un piccolo carico;
  • articolazioni doloranti;
  • dolore muscolare;
  • stati depressivi;
  • frequenti sbalzi d'umore;
  • indigestione.

Video: sindrome da stanchezza cronica dopo malattie infettive

diagnostica

Ai primi segni di encefalomielite, è necessario contattare un neurologo. Sarà in grado di fare una diagnosi primaria già durante l'esame di un paziente e la raccolta dell'anamnesi. Se una persona ha fattori provocatori, come una lesione infettiva o una recente vaccinazione, allora questo probabilmente indica encefalomielite. Inoltre, il medico prescrive i seguenti studi:

  • risonanza magnetica (MRI) - consente di ottenere immagini strato per strato molto accurate di qualsiasi parte del corpo e vedere tumori, focolai di infiammazione o necrotizzazione, emorragie e altri disturbi nel sistema nervoso centrale;
  • tomografia computerizzata (CT) - aiuta a esaminare gli organi interni, compreso il cervello e il midollo spinale, con l'aiuto dei raggi X;
  • La mielografia è un metodo a raggi X per esaminare la colonna vertebrale utilizzando speciali sostanze di contrasto che consentono di vedere varie malattie del midollo spinale.

La risonanza magnetica fornisce immagini molto accurate e informative del cervello e della colonna vertebrale.

Possono anche essere assegnati i seguenti test:

  • puntura lombare con prelievo di liquido cerebrospinale, che mostrerà un aumento del contenuto di proteine ​​e linfociti;
  • un esame del sangue per il contenuto di anticorpi in cui le IgA, le IgE saranno elevate.

Differenziazione della patologia

Durante la diagnosi differenziale, è molto importante distinguere l'encefalomielite dalla sclerosi multipla. Quest'ultima malattia è cronica e costantemente progressiva, con il risultato che anche la guaina mielinica dei nervi viene distrutta. Di solito inizia con sintomi focali, mentre l'encefalomielite si manifesta inizialmente come sintomi cerebrali e di intossicazione.

Inoltre, la diagnosi differenziale viene effettuata con encefalite, meningite, formazioni tumorali nel cervello, ecc.

Sulla sinistra c'è una risonanza magnetica di un cervello sano, e sulla destra si vedono focolai infiammatori con encefalomielite

trattamento

Tratta l'encefalomielite solo sotto la supervisione di un medico. Questa è una malattia molto grave e medicinali auto-prescriventi o rimedi popolari possono essere pericolosi per la vita. Viene eseguito un approccio individuale per ciascun paziente e vengono prescritti farmaci, in base alla causa dell'encefalomielite. Se una persona è in condizioni molto difficili, saranno necessarie le seguenti procedure:

  • ventilazione artificiale dei polmoni in violazione delle funzioni respiratorie;
  • plasmaferesi per purificare il sangue di anticorpi e vari immunocomplessi;
  • sondare la sonda in violazione del riflesso della deglutizione;
  • posizionare un catetere nella vescica in caso di ritenzione urinaria;
  • clisteri purificanti per la paresi intestinale.

Terapia farmacologica

Nel caso del trattamento farmacologico, il dosaggio e il regime di assunzione dei farmaci sono scelti individualmente dal medico curante. Esiste tutta una serie di farmaci prescritti per diversi tipi di encefalomielite:

  1. I farmaci antivirali sono prescritti per la causa infettiva dell'insorgenza della malattia (interferone umano leucocitario).
  2. Gli antibiotici sono necessari in caso di infezione batterica (Ampioks, Kefzol, Gentamicina). Nella tonsillite cronica, viene prescritta la bicillina.
  3. Il vaccino Margulis-Shubladze - è prescritto quando infetto da rabbia o virus dell'encefalomielite acuta umana. È effettuato nel periodo subacuto a quei pazienti che mostrano piccoli effetti residui dopo la malattia.
  4. I farmaci anti-infiammatori steroidei sono necessari a causa della natura autoimmune dell'encefalomielite (Prednisolone).
  5. Le vitamine del gruppo B - sono incaricate di mantenere il lavoro del sistema nervoso (neuromultivite).
  6. La vitamina C è efficace per mantenere e rafforzare il sistema immunitario e aumentare la resistenza del corpo alle infezioni.
  7. Diuretici - necessari in presenza di edema cerebrale (Furosemide, Diacarb).
  8. Antispasmodico - mostrato in vari tremori e convulsioni (Dibazol).
  9. I rilassanti muscolari sono prescritti a quei pazienti che hanno un aumento del tono muscolare (Mydocalm, Cyclodol).
  10. I farmaci nootropi sono necessari per ripristinare le funzioni mentali più elevate del cervello (Encephabol, Piracetam).

Galleria fotografica: farmaci usati nel trattamento dell'encefalomielite

Rimedi popolari

L'encefalomielite è una malattia molto grave che non può essere superata con l'aiuto della medicina tradizionale. Durante i periodi di esacerbazione, il trattamento viene eseguito solo in ospedale con potenti farmaci che mirano a ottenere un effetto rapido.

Nel periodo di remissione o riabilitazione, è permesso attirare i mezzi della medicina tradizionale, ma solo dopo aver consultato il medico.

Comprimi di patate con miele

In alcune situazioni, è possibile utilizzare impacchi caldi sulle aree interessate della colonna vertebrale, se la malattia non è nella fase acuta. Non è permesso metterli nella regione del cuore e del collo.

Puoi usare un impacco di patate con miele:

  1. Prendete un po 'di patate, lessatele, schiacciatele, mescolate con due cucchiai di miele e mettetele nella garza.
  2. Metti la torta avvolta sulla pelle che è stata precedentemente unta con crema nutriente. Coprire il paziente con una coperta o coperta e lasciare per un'ora.
  3. Dopo il tempo indicato, rimuovere l'impacco e asciugare la pelle asciutta. È meglio eseguire questa procedura di notte, in modo che dopo di esso la persona si addormenti e non si alzi dal letto fino al mattino.

La compressione delle patate non dovrebbe essere eseguita a temperatura corporea elevata

Infusione di mordovnika sharogolovogo

L'uso di infusione da mordovnik è efficace in varie lesioni del sistema nervoso centrale, aiuta a ripristinare l'attività motoria delle estremità. Si verifica anche la tonificazione del muscolo scheletrico.

Per preparare la medicina che ti serve:

  1. Prendi tre cucchiai di frutta, versa un bicchiere di acqua bollente.
  2. Lasciare per dieci ore in un thermos.

Prendi 2 cucchiaini di infuso due volte al giorno prima dei pasti. Il corso del trattamento è di circa due mesi.

Nella medicina popolare, mordovnik sharogolovy usato in varie malattie del sistema nervoso

Succo di cipolla con miele

Questo strumento è ottimo per ripristinare il corpo dopo l'encefalomielite. I phytoncides contenuti nelle cipolle hanno un effetto antibatterico. Il miele aiuta ad eliminare l'infiammazione, migliora il metabolismo.

Il succo di cipolla può essere preparato in qualsiasi modo conveniente. È possibile utilizzare uno spremiagrumi, una grattugia o un altro dispositivo. Il liquido risultante deve essere miscelato con la stessa quantità di miele. Entro un mese, devi prendere un cucchiaino da tè dei fondi ricevuti tre volte al giorno prima dei pasti.

Il succo di cipolla con miele aiuta a ripristinare l'immunità nelle malattie infettive che hanno causato l'encefalomielite

reinserimento

È tutt'altro che sempre che i pazienti guariscano completamente dopo l'encefalomielite. Molte persone hanno bisogno di condurre varie procedure di riabilitazione al fine di migliorare il funzionamento di tutte le parti del corpo. Fino alla completa guarigione, è necessario escludere viaggi in sauna, bagni e bagni di sole.

Massaggio di recupero

Per condurre un massaggio terapeutico ai pazienti dopo aver sofferto di encefalomielite dovrebbe essere una persona appositamente addestrata. Durante la procedura vengono trattati la pelle, il tessuto sottocutaneo, i vasi sanguigni e le terminazioni nervose. A causa del miglioramento della circolazione sanguigna, il metabolismo viene ripristinato, gli arti colpiti iniziano a tornare più velocemente a uno stato normale e la forza nei muscoli indeboliti dalla malattia aumenta. Il massaggio sarà utile a quei pazienti che hanno il tono muscolare aumentato, ci sono spasmi. Il medico curante dovrebbe dirigere la procedura, in quanto potrebbero esservi controindicazioni.

Il massaggio restaurativo è necessario per i pazienti che soffrono di encefalomielite.

Terapia fisica

Dopo l'encefalomielite, ci sono frequenti casi in cui i pazienti avvertono debolezza agli arti, compaiono disturbi dell'andatura e della motilità. In questa situazione, i buoni esercizi di fisioterapia mostrano buoni risultati. Un singolo complesso è selezionato per ogni persona, il che aiuta a massimizzare le aree colpite, rafforzare il corsetto muscolare e migliorare la circolazione sanguigna.

Se il paziente è in posizione supina, può eseguire la ginnastica direttamente sul letto. Ecco alcuni esercizi:

  1. Piegare i gomiti, appoggiarli sulla superficie del letto. Ruota prima i pennelli in senso orario, quindi sull'altro lato. Quindi stringi i pugni e apri completamente, allargando le dita in direzioni diverse.
  2. In posizione prona impastare il caviale. Punta i piedi verso di te e poi tira fuori i calzini. Dopo aver eseguito il movimento rotatorio del piede.

Se il paziente è in grado di camminare, è necessario eseguire gli esercizi, che consistono nel piegare il corpo in avanti e indietro, da un lato all'altro e in senso orario. Devi anche provare a mettere le dita sul pavimento. Non dimenticare il rachide cervicale, è necessario impastare, eseguendo la rotazione della testa.

Video: terapia di esercizi complessi per gli arti inferiori

Stimolazione magnetica transcranica

Questa procedura è necessaria per quelle persone che hanno varie paresi e paralisi degli arti dopo encefalomielite. Con l'aiuto di un dispositivo speciale, la corteccia motoria viene stimolata e lo specialista osserva quali muscoli iniziano a contrarsi nel paziente. Sulla base dei risultati ottenuti, è possibile tracciare le dinamiche di miglioramento della conduttività degli impulsi nervosi e identificare le restanti aree dei percorsi motori interessati.

L'essenza del TMS è che le cellule della corteccia cerebrale sono eccitate attraverso una fornitura a breve termine di un impulso ad alta intensità, che si traduce in una risposta motoria indotta.

Miostimolazione elettrica

Questa procedura è meglio fare in una clinica con un medico. Con l'aiuto di deboli impulsi elettrici, i muscoli del paziente subiscono un impatto, a causa del quale iniziano a contrarsi. C'è una specie di imitazione del processo naturale nel corpo. Grazie a questo metodo, si verifica il ripristino del tessuto muscolare, il metabolismo si normalizza, il lavoro del sistema nervoso viene migliorato.

Gli impulsi elettrici imitano i segnali del sistema nervoso e li trasmettono al cervello, che, in risposta all'irritazione delle fibre nervose, invia un segnale di ritorno sulla contrazione muscolare nell'area d'azione

Trattamenti termici

Se il paziente ha una paralisi dovuta all'aumento del tono muscolare o durante lo spasmo, il medico può prescrivere bagni caldi:

  1. Bagni di trementina a scapito di oli essenziali e terpeni irritano il sistema nervoso e contribuiscono allo sviluppo di eparina, prostaglandine e vari mediatori. Migliora la circolazione sanguigna, il metabolismo, il processo di ripristino dei tessuti danneggiati. In un bagno di duecento litri è necessario aggiungere circa 50 ml di soluzione di trementina. La temperatura dell'acqua dovrebbe essere di 37 o C. Fare il bagno ogni altro giorno per dieci minuti. Il corso è di 10 procedure.
  2. I bagni di senape irritano anche la pelle e i nervi. I pazienti aumentano l'immunità, attivano la circolazione sanguigna. Aggiungere 150 g di mostarda al bagno, la temperatura dell'acqua non deve essere superiore alla temperatura corporea. La durata della procedura è di cinque minuti. Condurre 10 sessioni a giorni alterni.
  3. I bagni di salvia grazie all'evaporazione e all'esposizione agli olii essenziali accelerano i processi metabolici e migliorano il funzionamento della corteccia cerebrale. Aggiungere 50 ml di concentrato di salvia muschiato al bagno. La temperatura dell'acqua dovrebbe essere 36-37 o C. La procedura deve essere eseguita a giorni alterni per quindici minuti. Quando la mielite mostra 10 sessioni.

Video: bagni di trementina

Prognosi e possibili complicanze

In quasi il 70% dei casi, l'encefalomielite è completamente guarita e non lascia alcuna conseguenza. Ma in alcune situazioni possono verificarsi i seguenti effetti e complicazioni residue:

  • incontinenza di urina e feci;
  • paresi parziale degli arti;
  • debolezza delle braccia e delle gambe;
  • formazione di piaghe da decubito;
  • visione e udito alterati;
  • mancanza di coordinamento dei movimenti;
  • afasia;
  • la paralisi;
  • vari disturbi mentali.

La durata del trattamento dipende dalla tempestività del trattamento per il medico e dalla velocità con cui si sviluppano i sintomi. Più i segni patologici sono stati espressi, più è difficile per il paziente recuperare. Nella maggior parte dei casi, la vita di una persona non viene ridotta e, dopo il recupero, può tornare al ritmo normale della vita. Risultati letali, a seconda del tipo di encefalomielite, raggiungono dal 5 al 20%.

Attualmente, ci sono stati casi di transizione di encefalomielite disseminata nella sclerosi multipla. Gli scienziati non possono ancora identificare con precisione le cause di questo processo. Questo di solito si verifica in quei pazienti nei quali il decorso acuto della malattia è diventato cronico.

Se la donna era incinta e si ammalò di encefalomielite infettiva, questo potrebbe influenzare le condizioni del feto. La capacità di partorire è determinata individualmente, a seconda delle condizioni del paziente. Prende anche in considerazione quali farmaci sono stati presi, poiché molti di essi hanno un impatto negativo sullo sviluppo del bambino. A volte può essere dimostrato di avere un aborto.

Recensioni dei pazienti

Per prima cosa metto il WECM. hanno trovato focolai in testa, non hanno risparmiato il contrasto, hanno detto che i focolai di demielinizzazione, ma quando apparivano sconosciuti (anche se sono sicuro che sono comparsi allo stesso tempo, come mai prima non c'erano sintomi, e sono andato a una risonanza magnetica entro un mese come inizio disturbare la tua testa). Il dottore ha detto che va tutto bene con me, non ci sono deviazioni, penso alla mia testa, ho prescritto sedativi e inviato a tutti e quattro i lati. Ho già letto sul PC e ho già capito che è così. ma la testa tornò rapidamente alla normalità, e io mi calmai. In estate, ha preso il sole di nuovo fino al pollo arrosto, era nervosa, non ha dormito molto e ha fatto di tutto per ottenere un peggioramento, il medico non ha avvertito le restrizioni. Bene, alla fine, una nuova lesione nella parte posteriore, a proposito, ho bisogno di fare il torace se ci sono intorpidimento o sintomi sotto la cintura, la testa non mostrerà nulla, quindi il ricovero, la diagnosi. posso sapere allora che ho bisogno di essere più tranquillo e più piccolo al sole per un altro anno o due sarebbe sembrato come nessuna diagnosi, chissà...

lol

http: //forum.oooobbr.rf/topic/10409-rasseyannyiy-entsefalomielit/

La cura avviene nel 30%, nel 20% dei decessi, i rimanenti lentamente o rapidamente si degradano sia fisicamente che mentalmente, spesso in coma. Anche se chi ha controllato queste statistiche? Tutto sembra essere come cercare di tirare un gufo su un globo, invece di confessare francamente: nel nostro paese non possono curare queste malattie, solo pochi sono guariti ei professori che si occupano di questa malattia possono essere contati sulle dita di una mano. Queste malattie sono combattute con successo in Cina, hanno la medicina tradizionale e l'agopuntura integrate nella medicina generale, noi la rifiutiamo. La terapia a base di erbe è improbabile, perché il decorso della malattia è rapido e non ci sono erboristi validi.

Oleg Evgenevich

https://medvopros.ru/viewtopic.php?t=13306

Sono stato malato dal 1996. Sono stato curato a Saratov più di una volta. Non riesco a cogliere la relazione tra il mio stato e i cambiamenti naturali. Salute instabile, meglio è peggio. Ma c'è una costante tendenza a migliorare il benessere. Per sei anni non mi sono avvicinato ai medici da quando non ho visto il punto. Ma quest'anno voglio essere esaminato.

Dmitrii

http://www.disability.ru/forum/index.php?id=1247

L'encefalomielite è una malattia molto grave e pericolosa che richiede il controllo obbligatorio dei medici. È esclusa l'automedicazione, poiché ciò comporterà varie complicazioni, dopo le quali il paziente potrebbe addirittura rimanere completamente paralizzato. Ricorda che nella maggior parte delle situazioni, la malattia può essere evitata se il tempo di impegnarsi nel trattamento di infezioni infettive.


Articolo Successivo

Iniezioni di Artrozan

Articoli Su Depilazione